Arturo e Kiwi, ricette cartoon

Arturoekiwi Arturo è un mastino napoletano, un po’ truce, ma cuoco sopraffino. Kiwi è un uccello, di nome e di fatto, creatore di guai e pasticci a ciclo continuo. I due si sopportano a malapena, ma per la gioia di grandi e piccini amanti della buona tavola, lavorano insieme dispensando consigli e ricette per preparare piatti prelibati.

L’idea di creare un cartone animato dedicato alla cucina tradizionale italiana è venuta in mente ad Andrea Zingoni, creativo "doc" e papà del celebre "Gino il pollo", che qualcuno di voi forse ricorderà ancora per la spassosa ballata "Tu vo fà ‘o talebbano".
Con l’aiuto di Kiwi, Arturo presenta al suo pubblico di grandi e piccini le ricette tipiche d’Italia, originali e senza alcuna rivisitazione. Ogni episodio dura appena quattro minuti in cui, con invidiabile sapienza drammaturgica, vengono compresse gag, battute demenziali e naturalmente le istruzioni per preparare i piatti, con tanto di indicatore della difficoltà "espressa in Kiwi".

Con la loro travolgente simpatia Arturo e Kiwi sono riusciti a riavvicinare molti bambini e ragazzini alla cultura del mangiar sano. Evitando rampogne, lezioni e moralismi, gli autori del cartone animato hanno creato un perfetto mix in grado di insegnare qualcosa divertendo e coinvolgendo in prima persona i bambini, invitati a ripetere con mamma e papà le ricette proposte.

Il programma andava in onda, fino ad alcune settimane fa, nel contenitore per ragazzi "Trebisonda" su RaiTre. Molti degli episodi sono disponibili online sul sito di Rai.tv. Vi consiglio gli episodi "Caciucco", in cui Kiwi si produce in una divertentissima gag sugli scorfani, e "Focaccia di ricotta".
Buon divertimento!

pubblicato in attualità, comics, internet e media, radio-e-televisione.

5 Responses

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

free hit counter