I copioni del cinema

Frasifilm

Da alcune settimane gli sceneggiatori di Hollywood sono impegnati in una sciopero contro i produttori. I primi ricevono stipendi spesso da fame, i secondi sono pieni zeppi di soldi, dicono i primi. La protesta ha portato alla sospensione di molte serie tv, show e anche di alcune produzioni cinematografiche come l’atteso “Angeli e Demoni”.

In attesa che le cose si risolvano, la carenza di copioni potrebbe essere compensata dalle frasi standard che si sentono sempre nelle serie e nei film, come:

  • «Perdonami. È successo tutto così in fretta…»
    Lei guarda con aria contrita lui e poi sommessamente confessa.
  • «Ci ameremo per sempre, non è vero?»
    Chi pronuncia questa frase generalmente muore dopo cinque minuti.
  • «Ha il diritto di non parlare. Tutto ciò che dirà potrà essere usato contro di lei…»
    Così recita a macchinetta il trucido poliziotto di turno mentre spinge nella sua auto il tizio tratto in arresto.
  • «Posso offrirti qualcosa da bere?»
    Immancabile nei film anni ’60/’70. Il whiskey del minibar nella bottiglia di vetro squadrata era un rituale.
  • «Le prove non mentono mai.»
    Frase standard del poliziotto della scientifica di turno nelle serie TV come “CSI”.
  • «Ti prego, non mi lasciare!»
    Lei disperata in bilico su un burrone, cornicione, tetto, grattacielo, cofano di auto in corsa, elicottero, mongolfiera, chiede a lui di non lasciarle la mano.
  • «Hai sentito anche tu? Che cosa è stato?»
    Lei chiede a lui con gli occhi iniettati di terrore.
  • «No, non ho sentito niente»
    Tipica risposta alla domanda precedente. Chi la pronuncia generalmente muore, o fa morire chi aveva sentito il rumore.
  • «Ve lo giuro! Non sono stato io!»
    Lui grida disperato mentre due poliziotti lo trascinano fuori dalla scena.

 

19 commenti

  1. “Lo stiamo perdendo!Libera!”
    Pronto Soccorso, tutto insanguinato e medici perfettamente pettinati, il ciuffo malandrino ondeggia a ritmo e lo stetoscopio sfida la forza di gravità sul camice da caomportamentista bulgaro.
    Il poveraccio lo perdono. Sempre.

  2. Tommy

    negli horror
    “Torniamo subito” ovviamente nn torneranno mai più
    “Moriremo Tutti!” previsione che si verifica sempre
    quando qualcuno viene trovato con l’amante
    “Non è come credi”
    “Ti posso spiegare”
    quando un soldato/poliziotto è a un passo dal congedo/pensione mostra la foto della fidanzata/moglie/figlia dicendo che domani tornerà da lei. ovviamente non succederà mai.
    quando 2 persone fanno una carognata ai danni di una terza, sentiranno il bisono di ricordare a voce alta ogni singolo particolare della carognata proprio mentre dall’altra parte della porta la vittima sta ascoltando

  3. Due su tutte:
    “Pensi anche tu quello che penso io?”
    In Taxi:
    Poliziotto/Detective:”Segua quell’auto!”
    Tassista:”Wow! Come nei film! Tenetevi forteee!”

  4. Roby_16

    “ti prego non andare! no,devo darci un occhiata,potrebbe esere in pericolo”
    classico film con catastrofe naturale quando lui e’ al sicuro alla centrale, e il figlio bloccato da qualche parte

  5. nonsolopane

    Il destino ha voluto così…
    Era scritto…..
    Magari ci ritroveremo in un’altra vita…
    Non ho paura della morte…
    Io sono quella che tu hai sempre cercato….
    Non ti merito…
    Dopo di me il nulla…

  6. heriberto

    ‘Non preoccuparti, va tutto bene…’
    generalmente detto dal protagonista maschile alla protagonista femminile dopo una catastrofe naturale, una passeggiata di Godzilla in pieno centro, la guerra dei mondi o dopo l’intervento del piastrellista nel bagno da ristrutturare…

  7. mtmura

    “mi dispiace non volevo”
    dopo che mamma moglie fidanzata figlia etc. etc. molla un sonoro ceffone a figlio marito fidanzato etc. etc.

  8. Frida

    Non sono “copiona” di copioni 😉 :)..Perciò..ti dico solo che è un bel post simpatico! E..visto che le mie “visite” da te sono sempre più frequenti, negli ultimi tempi, ti dico pure che ti ho inserito nel mio blogroll!:)
    Ciao!

  9. Tutte le volte che qualcuno in un film è soo a casa, di notte, e sente un rumore dentro casa e chiede ad alta voce “Sei tu?”, non è mai lui.
    (ripresa da un bel libro di M. Sesti: “In quel film c’è un segreto”.)

  10. Un altro divertente post.
    E fnalmente un altro,oltre la mia modestissima persona che considera DanBrown un propalatore di tesi inidmostrate, dicerie da bar e superficialità che gente sprovveduta o in malafede ha tentato di accreditare come almeno verosimili per basse ragioni commerciali.
    Per i copioni? Chissà che molto dipenda dalle traduzioni?
    Luigi

  11. mario

    dopo disastri di ogni genere, incendi, incidenti stradali, raffiche di mitra in pieno petto ed altro, una frase tipica pronunciata dall’amico o parente intervenuto tempestivamente in soccorso, è questa:
    va tutto bene?? Il malcapitato non lo dice, ma lo penza: vattenaff….e poi muore

  12. marcus

    Classica frase fatta dai super eroi del cinema che recita cosi….capezzale di casa la nonna ”muore quasi sempre investita o di qualche morte alla dr.house” ,in punto di morte recita al nipote supereroe ”a grandi poteri corrispondono grandi responsabilita’ ”.Di solito dopo questa frase ” al mio comando scatenate l’inferno” TRATTA da il gladiatore,succedeno cose truculente teste mozzate etc ciao.

  13. “Questa sarà la mia ultima missione. Sai, mi sposo, la mia fidanzata aspetta un bambino, andremo ad abitare nella casa in cui sono cresciuto, i nostri genitori ci hanno lasciato una barca di soldi, ecc…”
    Tipico del personaggio che, 5 minuti dopo, muore.
    Variante:
    “Questo è il mio ultimo giorno da poliziotto.
    Da domani mi godrò la pensione insieme ai miei nipoti, ecc…”

  14. I due si guardano con intensità, finchè l’uomo pronuncia la fatidica frase:
    “Ti devo parlare”
    ——————–
    Il miglior amico dell’eroe ha fatto scudo col suo corpo alla sventagliata di mitra che stava per raggiungere il primo e stramazza al suolo. Mentre sta per esalare l’ultimo respiro l’eroe lo prende tra le sue braccia e lo supplica:
    “Ti prego, non morire!”
    Oppure lo conforta con ipocrisia:
    “Vedrai che ce la farai anche stavolta.”
    E subito dopo l’immancabile dipartita, in un singhiozzo, a scelta:
    “Era il migliore di noi tutti.”
    “Perchè proprio lui, Dio, perchè?”
    “Giuro che ti vendicherò!”

  15. “Attento alla testa” Il poliziotto all’assassino stupratore,mentre,ammanettato e con catene ai piedi lo carica sull’auto della POLICE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *