Le crociate dei miracoli

Grazie alle repliche delle repliche delle repliche replicate dalle repliche in replica delle repliche televisive, quasi tutti noi conosciamo Benny Hill, il paffuto comico britannico con le sue gag accompagnate dall’infernale motivetto “Yakety Sax“. Meno noto in Italia è, invece, un peri-omonimo del comico inglese, un certo Benny Hinn, il più famoso telepredicatore d’America.

BennyhinnToufik Benedictus “Benny” Hinn è del 1953 e nel 1983 fonda il Christian Center di Orlando, iniziando il suo ministero, che dopo pochi anni lo porta in molte delle televisioni confessionali d’America. Personaggio carismatico e un po’ spregiudicato, Benny Hinn ottiene un discreto successo. Come una rockstar, Hinn organizza tour in giro per l’America, riempiendo palazzetti sportivi, arene e stadi di spettatori, pronti ad ascoltare e mettere in pratica le sue raccomandazioni.

Nascono così le “Miracle Crusades“, le crociate miracolose condotte da Benny Hinn per sconfiggere il demonio da quelle persone colpite dal male, sottoforma di cancro, disfunzioni corporali, tossicodipendenza e tutto ciò che merita di “essere curato nel nome del Signore”. Durante le sue adunate oceaniche, Hinn raccoglie sul palco poveri e derelitti infondendo in loro “the touch”, il tocco di Dio, che divinamente promanerebbe dalle mani del telepredicatore.
Chi viene colpito dal tocco cade inesorabilmente a terra, in uno stato di trance: uomini, donne, bambini, anziani, cadono tutti sul palco sotto lo sguardo di Benny Hinn, mentre l’orchestra alle sue spalle continua a suonare inni e lodi al Signore.

Secondo diverse inchieste giornalistiche, dietro al tocco di Benny Hinn e alle sue crociate dei miracoli si addenserebbero numerose ombre. Pare che i miracolati dal telepredicatore non siano altro che comparse, disposte ad arrotondare mettendo in scena la farsa ordita da Hinn sul palco. Ma non sono solo i giornalisti ad avere profondi dubbi sul sedicente pastore americano.
Durante lo scorso inverno, il senatore Chuck Grassley ha annunciato l’avvio di una indagine da parte della Commissione Finanza del Senato americano nei riguardi di Hinn, sospettato di aver utilizzato le numerose donazioni dei suoi adepti per trarre profitti personali. L’indagine è ancora in corso e presto il telepredicatore potrebbe essere costretto a difendersi dalle accuse molto pesanti del Senato.

7 commenti

  1. luca

    Fino a un po’ di tempo fa mi potevo godere le spassosissime trasmissioni di Chuck&Nora, una simpatica coppietta dall’accento americano che trasmettevano su TBNE Italia.
    Questi due predicavano il verbo del loro maestro Benny Hinn in versione italiana, aggiungendo quindi il grottesco al grottesco. E tra l’altro c’erano pure i megashow del Maestro con tanto di doppiaggio.

  2. luca

    Cercando con google ho scoperto che Nora è morta e ha lasciato solo il povero Chuck.
    Beh, tutto sommato mi spiace, spero col commento precedente di non avere mancato troppo di rispetto.
    Una prece.

  3. Gustoso post. Ma il successo di telepredicatori mi fa porre una domanda da sprovveduto quale sono: negli USA un babbeo usa con grande successo la TV creandosi un gran seguito ed altrettant dollari. La cosa accade attraverso un uso sapiente del mezzo e della comunicazione. Come mai in Italia si nega che questi medesimi meccanismi possano funzionare pur usati ed abusati da telepredicatori nostrani che non hanno neppure da “comprare” spazi televisivi, avendo la proprietà di 3 reti?
    Misteri d’Italia.
    luigi

  4. Caro Anecòico, nonostante la tua proverbiale meticolosità, hai dimenticato un aspetto fondamentale dell’attività predicativa dell’eroe di turno, ovverosia le sue pubblicazioni.
    Come già in passato, vorrei portare la tua attenzione su alcuni titoli fondamentali:
    – “Buon giorno, Spirito Santo”
    – “Benvenuto Spirito Santo – Come sperimentare l’opera dinamica dello Spirito Santo nella tua vita ”
    – “The Gift” (probabilmente riferito al suo “the touch”)
    E, con solo 1.000 US$, potrai portare a casa la “Limited Edition Master’s Healing Presence Bible”, ossia la Bibbia rilegata a mano con pelli d’alta qualità e firmata da Benny Hinn!!!!
    Forza, forza, è tempo di arricchire le nostre biblioteche

  5. paolo

    be che dire se avete scambiato Gesù per belzebù ,benny dovra essere fiero di essere paragonato al mastro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *