5 commenti

  1. “What’s in a name? That which we call a rose,
    By any other name would smell as sweet”

    quindi, caro mio, che tu sia E.M. o anecoico, a noi non importa. Ci importa che tu scriva solo più spesso!!!

  2. Ciao Emanuele,

    adesso che hai deciso di eutanasizzare Anec (che era la maniera in cui ti chiamavo ai tempi dei nostri blog su La Stampa), ci racconteresti da dove veniva questo nick (pardon, nom de plume) così peculiare?

    Perchè mi piace la tua scelta di appropriarti – con nome e cognome – del tuo blog. Ma mi rimane la curiosità di capire da dove fosse nato Anecoico.

    Buona festa, a presto,
    HP

  3. Pierbacco

    Ma no, che non l’hai ucciso. L’hai messo in pensione dopo alcuni anni di onesto lavoro. In questo modo il fatto non costituisce reato e tu sei libero di scrivere fino a consumare la tastiera. In bocca al lupo e crea molti echi positivi!

  4. anecoico è un nick che è “sparito” da tempo anche da oknotizie, se non sbaglio.
    Ricordo che eri uno dei primi iscritti in quel aggregatore. non hai più un profilo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *