2 commenti

  1. puzzailsignorvincenzo

    Il professore esimio Vincenzo Puzza tra il 1981 e il 1995 ebbe un gatto di nome Marioluigi che talvolta passeggiando sul pianoforte a coda emetteva taluni suoni puranchesso gradevoli assaie, se si eccettua le ore in cui l’esimio gradiva magara riposare le sue stanche membra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *