4 commenti

  1. giulia acerbis

    accidenti… davvero sorprendente…
    ma perchè Marco Bertoli dice che non è di Bach la toccata e fuga? Sono curiosa. Adoro Bach e per me sarebbe uno smacco…

  2. Ciao Giulia,

    così hanno sostenuto alcuni studiosi di prestigio, primo Peter Williams in uno studio del 1981, sulla base di evidenze stilistiche interne che non trovano riscontro in altre composizioni di Bach (la semplicità armonica della Fuga; l’enunciazione in ottava del primo motivo della Toccata; un’enunciazione del soggetto della Fuga al solo pedale) e poche anche in altri compositori contemporanei e della stessa regione.

    Va detto che comunque si tratterebbe di un lavoro giovanile di Bach, il che ne spiegherebbe alcune caratteristiche insolite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *