Il mesto mestolo di Bruno Vespa

Bruno Vespa non finirà mai di stupirmi. Dopo i dettagliati plastici della casupola di Cogne, ha brandito in video un mestolo e uno scarponcino, le possibili armi utilizzate per un noto infanticidio.
A molti il gesto del giornalista ha ricordato la filastrocca di Gigino e Gigetto. A me, invece, qualcosa di più orientale: in stile Kabuki, è nato Bruno Shogun Vespa.

12 commenti

  1. paola

    Non posso non pensare a Samuele ogni volta che qualcuno per ragioni economiche o per questioni di share fa opera di sciacallaggio sulla vicenda di Cogne.
    Quel povero bambino avrebbe diritto almeno a un po’ di rispetto e di compassione.

  2. Vespa sembra davvero che non avere nessun altro argomento da trattare…è davvero diventata una barzelletta questa storia di Cogne. Che poi sia lei o no non sta a me giudicare ma che ci sia sotto una speculazione non c’è dubbio!.
    Del resto con gli ascolti che porta a casa…ma lui a casa mai ehhh!
    Se vi interessa ho scritto un articolo a proposito su http://www.opinionepubblica.org con titolo “Anna Maria Franzoni e Bruno Vespa, Basta così grazie!”
    Cinzia

  3. @ bourbaki
    eheh grazie, non me ne ero reso conto! 🙂
    @ tutti gli altri
    grazie per la visita, anche a chi ha deciso di tenere la TV spenta. In effetti talvolta un bel libro…

  4. Concordo con Carmela, ma sai quanto ci guadagna a fare queste trasmissioni e che giro d’affari c’è intorno? E’ terribile… Ciao Giulia

  5. Che tristezza, oltrettutto sembra che per Vespa quello dell’omicidio di Cogne sia l’unico argomento di attualità disponibile.
    Perché ne parlano tanto, definendolo giallo di Cogne, quando si sa che è la colpevole è la madre….. quella di Vespa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *