Tutta Wikipedia stampata

Nikola Smolenski, dati della versione inglese di Wikipedia alla mano, ha deciso di calcolare quanti volumi sarebbero necessari per contenere tutto il sapere della più grande enciclopedia del Web. Ecco le sue conclusioni:

Se Wikipedia fosse contenuta in volumi di 25cm di altezza per 5cm di spessore (circa 400 pagine), le cui pagine fossero divise in due colonne da 80 righe ognuna, e se in ogni riga fossero contenute 50 battute, sarebbero necessari 750 tomi per contenere tutti i testi pubblicati fino a Ottobre 2006, senza includere immagini, tabelle e grafici.

Per rendere più chiara la sua stima, Nikola ha creato questo diagramma che riporta – nella medesima scala – la silhouette di un uomo e una libreria con tutti i volumi di una virtuale Wikipedia di carta.

Size_of_english_wikipedia

15 Comments

  1. non tutte le voci di wiki sono da inserire su un enciclopedia. ma è una di quelle cose che internet prometteva, informazione libera e per tutti, e che spesso non ha mantenuto

  2. Pierbacco

    Forse non tutti sanno che…
    per leggere completamente WIKIPEDIA nell’edizione in lingua inglese occorrerebbero circa 1.260 giornate lavorative e cento flaconi di collirio.
    Iniziate pure… Pierbacco


  3. @ Antonio
    Sì, beati e contenti loro… 🙂
    @ Valentina
    Saremmo già andati e tornati da Marte un paio di vole eheh… Ma com’è che non conoscevo il tuo blog? Ora lo passo al setaccio! Spero di ritrovarti anche da queste parti, sarai la benvenuta! 😉
    @ Sandro
    Sì, ma ormai le voci taroccate puzzano anche a distanza… fortunatamente!
    @ Amaracchia
    azzpita… lo sapevo che c’era qualche fregatura, me lo sentivo mentre scrivevo il post eheh 😉
    @ Comicomix
    Grande Gaber, e grande MrX!
    @ Pierbacco
    Anche tu a tempo libero non scherzi… 😛
    anecòico

  4. E se questo Nicola ci avessi gabbati tutti con cifre e grafici sparati a casaccio ?!
    Tanto, scusate, chi si metterebbe a verificare ?!?!?!?
    :))
    Ciao Anec
    Irene

  5. Ringraziamo Nikola di non aver iniziato a stampare :o)
    Riesco persino ad immaginarlo: dopo aver letto questo post,Nikola si ritrova a dover dimostrare l’utilità della sua statistica stampando pagina per pagina ogni singola voce di wikipedia.
    Ovviamente il conto delle cartucce ORIGINALI della stampante a casa di anecòico.

  6. Anonimo

    Come ha fatto a fare il calcolo? Le voci non sono in ordine alfabetico, è impossibile rintracciarle tutte.
    Ciao, buona giornata
    dragor (journal intime)


  7. @ Irene & Dragor
    Mi sono chiesto anch’io, prima di scrivere il post, se le sue cifre fossero campate in aria. Per il suo calcolo Nikola è partito da un dato certo, il “peso” in termini di byte di Wikipedia (in inglese) registrato nell’Ottobre del 2006. Un anno fa l’enciclopedia occupava 4.4Gbyte di testo, cifra che è stata poi divisa per 6Mb, il “peso” in byte di ogni volume… e così è giunto ai 750 tomi.
    @ Pim
    Io sapevo “un tram”… ma cambia poco! 😉
    @ Finazio
    No… per quello c’è Homer Simpson!
    anecòico

  8. Il mondo è bello perché vario. E questa gente con molto tempo libero, lo sta usando comunque per un fine sociale.
    Molte voci non sussisterebbero su un’enciclopedia normale soprattutto perché il cartaceo è molto più costoso dell’elettronico.
    Molti argomenti trattati da Wikipedia sono molto specializzati, e per questo, ancora, non troverebbero spazio su di un’enciclopedia cartacea.
    Per quanto il monopolio enciclopedico sia stato rubato, dovete ammettere il ruolo importante che strumenti come Wikipedia hanno avuto nel modo che abbiamo di conoscere il mondo, nella la cooperazione di persone nell’arricchire la cultura e nel renderla libera.
    Spesso i progetti open e democratici, pur includendo contenuti a volte strampalati, hanno poco da invidiare ad un’aristocratica enciclopedia britannica.
    Rispondo anche a Irene. Tra i milioni di visitatori, sicuramente qualcun altro con tanto tempo libero c’è, e con molta probabilità se ne accorgerebbe.
    Il bello di questi sistemi consiste proprio nel fatto che, prima o poi, qualcuno si accorge delle boiate.
    Per concludere, ritengo che un progetto come wikipedia, per quante informazioni balzane possa contenere, sia molto più utile di un viaggio andata/ritorno su Marte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.