Paleocartoni animati

Cartoon Sfondi acquerellati, linee nitide e molto semplici, personaggi stralunati colti da improvvisi raptus e dalla frenesia di salvare la pellaccia in ogni episodio. Erano questi i cartoni animati di un tempo, piccole opere d’arte eseguite a mano da uno stuolo di disegnatori che, fotogramma dopo fotogramma, davano vita ai beniamini di grandi e piccini. I computer ancora non esistevano, se non in versioni fantastiche e fantascientifiche proprio all’interno degli stessi cortometraggi animati.

Cattivi, crudeli e antibuonisti. Avevano deciso di crearli così alla Warner i cartoni animati: un prodotto divertente e spensierato agli antipodi rispetto al buonismo di fondo dei primi cortometraggi targati Disney. Disegnati dal 1931 al 1969, i cartoni animati Merrie Melodies appassionarono – e appassionano – intere generazioni con le incredibili peripezie di animali antropomorfizzati e corredati di tutti i peggiori difetti della specie umana. Iracondi, violenti, subdoli, meschini, ma irresistibili e divertenti.

Per rivivere il magico incanto dei paleocartoni animati, nel 2006 gli studi cinematografici Frederator hanno avviato il progetto ReFrederator.com. Collegandosi al sito è possibile visualizzare in podcast, o scaricare direttamente sul proprio PC, una infinità di cartoon nella loro versione originale in alta qualità. Un’occasione da non perdere per rivedere, o incontrare per la prima volta, il genio dei primi cartoonist di Hollywood.

Cartoon2 I cattivissimi personaggi dei cartoni animati Warner e Hanna & Barbera furono la principale fonte di ispirazione per Grattachecca e Fichetto (Itchy & Scratchy), la serie animata di cui sono fan sfegatati Bart e Lisa Simpson. I due personaggi agiscono nel pieno cliché dei cartoon di un tempo, dandosele di santa ragione. Ma, a differenza dei loro antenati, Grattachecca e Fichetto rappresentano realisticamente gli effetti dei loro combattimenti, con un fiorire costante di budella, arti sminuzzati e fiotti di sangue color pomodoro che invadono lo schermo. Ma questa è un’altra storia…

2 Comments

  1. E che dire di Hanna e Barbera e dei loro STUPENDI VIOLENTISSIMI CRUENTI cartoon?
    Willie il coyote, Bugs Bunny, eccetera. dinamite, lupare, TNT, trappole, gabbie, precipizi, imboscate.
    Pare Secondigliano.
    Un mondo reale, altro che Mickey Mouse.

  2. Alcune tv private, almeno dalle mie parti trasmettono ancora quei cartoni e hanno un sapore tutto particolare. Proprio come dici tu, probabilmente dai colori utilizzati, il disegno semplice chiaramente fatto a mano ci fa tornare per un po’ bambini.

Leave a Reply

Your email address will not be published.