C’è solo Carlà Brunì

Carlabruni LONDRA – Inizia con un inchino a sua maestà la regina Elisabetta II e un baciamano da parte del Duca la visita di Carla Bruni in Inghilterra. La première dame di Francia ha affrontato la sferzante brezza londinese con un ensemble grigio di alta moda coordinato con un cappellino in tinta lievemente inclinato sulla chioma setosa.
Avvolte in due guanti neri in pura pelle di cerbiatto albino tinti con succo di mirtilli himalayani, le mani di Carla stringevano una borsetta nera coordinata con le scarpe rigorosamente prive di tacco per non fare sfigurare il consorte Nicolas Sarkozy. Per il make-up la première dame ha optato per tinte molto tenui, in tono con l’incarnato spento e grigiastro di Sua Maestà. Un accenno di rossetto Dior "cosmic rose" e un fondotinta leggero per valorizzare gli zigomi e far sembrare meno ubriaco del solito il Duca di Edimburgo.

Nel corso della sfarzosa cena di gala, Carla Bruni ha sfoggiato un make-up più intenso e un sobrio abito scuro smanicato, coperto con del fine tulle in tinta. La première dame ha poi optato per una fascia in tinta con l’abito per raccogliere le folte e fluenti chiome, scoprendo così il collo e mettendo in risalto i suoi orecchini a pendente di alta gioielleria.
Composta e a proprio agio, Carla Bruni ha desinato assaggiando piccole porzioni di ogni portata intessendo amabili discorsi con i convitati. Le luci dei grandi lampadari facevano scintillare i suoi occhi quasi quanto i denti di porcellana della Regina.

Terminiamo il nostro reportage con un ultimo breve dettaglio. In occasione della sua visita ufficiale, il marito di Carla Bruni, il presidente francese Nicolas Sarkozy ha dichiarato guerra alla Gran Bretagna.

4 commenti

  1. Pierbacco

    Bravo Anecòico, te la cavi anche come giornalista di moda e di costume…
    Posso aggiungere una voce di corridoio: pare che Carlina indossasse un perizoma rosso, bianco e blu.
    Pierbacco

  2. marta

    😀 ieri sera ero a cena con una coppia slovacco-francese. La metà francese è, come vuole lo stereotipo, molto nazionalista e mi raccontava l’accoglienza con standing ovation che il suo discorso ha ricevuto al parlamento inglese. Io ho detto che non ne sapevo niente e che nella mia rotazione quotidiana della stampa italiana ho solo trovato i dettagli da te splendidamente descritti sulla loro bella Carlà. Lui scioccato mi ha raccontato quello di cui il Presidente ha parlato e io ho capito perchè noi abbiamo soprasseduto. Perchè tanto non ci crede nessuno. Dopo aver detto che vuole che la Francia rientri nella NATO e che vuole una politica di difesa EU, io lo aspetto al varco della presidenza francese per vedere se varrà la pena di parlare di lui o dei completini di sua moglie.
    ah, ancora una cosa..il Berlusca trasparente con tutti i media contro, mi fa capolino giornalmente dal tuo blog: essendo emigrata, alla fine del tuo primo articolo, un link provvede a farmi sapere chi devo votare del PDL dalla mia circoscrizione estera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *