Chi muore al lavoro

Chimuoreallavoro
Sono passati quasi cinque mesi dall”incidente alle acciaierie ThyssenKrupp a Torino. Per ricordare i sette operai morti nella fabbrica di corso Regina, il Consiglio Comunale di Torino ha allestito nella sede della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo la mostra “Chi muore al lavoro” che, attraverso un percorso fotografico, ripercorre i momenti di quel 6 dicembre e l’angoscia dei mesi successivi delle persone che in quella notte hanno perso un pezzo della loro vita.

«La mostra riunisce 75 scatti realizzati dai fotocronisti dei più importanti quotidiani nazionali durante i giorni della tragedia avvenuta nello stabilimento ThyssenKrupp. Sono immagini di forte impatto che mostrano il decorso di una enorme vicenda tragica, il lutto, ma anche la grande partecipazione della gente. Numerose fotografie sono algide riprese di momenti strazianti; alcune interpretano in modo più libero gli avvenimenti, come quella con una rosa rossa in primo piano e sullo sfondo lo stabilimento in cui è avvenuta la sciagura. Il percorso espositivo è allestito seguendo quattro temi: la fabbrica, le vittime, le esequie, la partecipazione popolare». [PDF]

2 commenti

  1. Purtroppo dopo la Thyssen la spirale degli incidenti mortali sul lavoro è continuata.
    Dimenticare quei morti sarebbe come farli morire un’altra volta.
    Buona serata
    Fino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *