Parcheggiare col Web

Big_ben John abita a Egham, graziosa cittadina non ancora inglobata nella gigantesca ameba della conurbazione londinese, e da qui ogni giorno raggiunge in automobile il posto di lavoro nel cuore di Londra vicino ad Hyde Park. Giunto nella City impiega meno di due minuti a trovare parcheggio, nonostante le nuove norme altamente restrittive per l’ingresso nel trafficato centro e il costo esorbitante dei parcheggi pubblici. John non è né un mago, né un privilegiato. Usa Internet.

Da alcuni mesi è disponibile in Inghilterra il servizio online “Park at my house”, che permette a tutti i cittadini di rendere il posto auto un vero parcheggio pubblico. Grazie alle potenzialità della Rete la geniale iniziativa, nata un po’ per gioco, ha conquistato un numero crescente di inglesi esasperati dalla quotidiana ricerca di un parcheggio a buon mercato.

Il meccanismo è molto semplice. Dal sito di “Park at my house” si possono sia offrire che richiedere posti auto. Chi offre il proprio vialetto/box indica orari di disponibilità e prezzo, che può variare a seconda del servizio: luce, telecamere a circuito chiuso, serranda blindata, antifurto, ecc. Chi invece cerca un posto auto non deve far altro che inserire una parola chiave o il codice di avviamento postale dell’area di destinazione nel rapido motore di ricerca. Questo, tramite il servizio di Google-Maps, propone prezzi e itinerari per raggiungere i parcheggi che soddisfano i criteri di ricerca. Così il nostro John può scegliere giorni e orari di utilizzo del suo parking vicino Hyde Park, pagando 8 sterline al giorno, meno della metà di quanto richiesto dai tradizionali parcheggi londinesi.

Per la prima volta una rete di cittadini, ormai estesa su un intero territorio nazionale come quello della Gran Bretagna, provvede autonomamente alla creazione di un servizio pubblico in grado di soddisfare su larga scala le proprie istanze sfruttando le potenzialità del Web. È ancora presto per valutare l’efficienza a lungo termine di questo sistema, ma la filosofia del wiki-parcheggio ha enormi potenzialità.

Link
+ Il geniale sito
Park at My House.
+ Il sito ufficiale
Driving and Parking della città di Londra.
+ Giochino online per affinare le proprie abilità di parcheggio senza l’incubo del CID.

Un commento

  1. Murzim

    E’ decisamente un’iniziativa che può risolvere il problema parcheggio e rendere un investimento l’acquisto od il possesso di un posto auto.
    Ciao
    Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *