Mussi scissionista

Mussi Dopo numerosi mal di pancia e pochi palliativi all’orizzonte, sembra ormai inevitabile la scissione dai DS del “correntone” guidato da Fabio Mussi. Il ministro dell’Università fonderebbe una nuova, l’ennessima, forza politica. Eppure otto anni fa…

“È lo scenario della frammentazione progressiva. In questo quadro non mi riesce difficile immaginare un sistema politicocon tre partiti sotto il 20% e una moltitudine sotto il 10%. Dunque, ancora una non invidiabile originalità dell’Italia: Paese sempre più europeo per economia e finanza, e sempre meno europeo per sistema politico-istituzionale.”

E ancora:

“Se si ragiona intorno ai dati essenziali della realtà penso che le intransigenze e i veti incrociati dovrebbero da ogni parte ammorbidirsi. Noi abbiamo bisogno di invertire i motori, come ha appena fatto il mio aereo in fase di atterraggio, con vento forte e acqua sulla pista. Cioè spingere nella direzione di una riunificazione delle forze anche come puro atto di volontà.”

[Fabio Mussi, 13 Gennaio 1999]

5 commenti

  1. Caro anecoico,
    per essere precisi non penso si possa parlare di scissione, in quanto i DS si sciolgono e semplicemente il “correntone” non aderirà al nuovo partito. Allo stesso modo anche la maggioranza ds dovrebbe essere considerata scissionista (e a maggior ragione dato che probabilmente il PD non aderirà al PSE).
    In ogni caso, vedo con favore questa separazione che dovrebbe portare ad una ricomposizione più razionale delle forze di centrosinistra: una forza di centro e una di sinistra. Da almeno 4-5 anni sulle questioni fondamentali al di là delle etichette dei partiti queste 2 posizioni sono abbastanza chiare.
    Poi del come faranno a stare insieme donne che portano il cilicio e presidenti dell’arcigay, non mi interessa molto. Cavoli di Prodi e Fassino.
    ciao
    cinghios

  2. Sono abbastanza d’accordo con cinghios, forse è meglio così, mi sembra più chiaro… Io devo dire la tentazione di scendere e di camminare in libertà ogni tanto poi ce l’ho… Ciao Giulia

  3. Le famiglie si scindono,i blog si scindono. i partiti si scindono…siamo alla scissione globale. Fermate pure il mondo tanto io non scendo!
    Carmela

  4. Sinceramente, non ho grande simpatia per il Partito Democratico, perché, anche se sono credente, credo che lo Stato debba essere laico e la presenza di donne col cilicio nella Margherita, partito che ha fatto sì che il nostro Paese sia l’unico d’Europa o quasi a non garantire i diritti alle coppie conviventi, siano o meno gay, mi mette a disagio. Così non credo di essere interessata ai suoi futuri sviluppi.
    Nonostante i De Michelis & C che dovrebbero starsene a casa, credo che inizierò a guardare con interesse alla rinascita del PSI. Il che conferma che nella vita, mai dire mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *