Appesi, come la Luna

Luna
Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai,
Silenziosa luna?
Sorgi la sera, e vai,
Contemplando i deserti; indi ti posi.
Ancor non sei tu paga
Di riandare i sempiterni calli?
Ancor non prendi a schivo, ancor sei vaga
Di mirar queste valli?
[Giacomo Leopardi,
Canto notturno di un pastore errante dell’Asia, 1829-30]

11 Comments

  1. Un immagine che parla.
    Ora la luna e i colli hanno qualch bella gru.
    E presto, un bel poì di nuovo cemento.
    Poetico, ma – come sempre – acuto e anche “cattivello” il giusto. Come è bene che sia

  2. @ amaracchia
    ebbene sì, alcuni blogger hanno un cuore.. infarcito di bit, ovviamente 🙂
    @ MrX
    grazie Comicomix, faccio del mio meglio, o il meno peggio eheh
    @ ma.ni
    no, è una foto che ho trovato online tempo fa, piacerebbe molto anche a me scoprirlo! Non sapere da dove provenga l’immagine lascia però un certo alone metafisico che non mi dispiace 😉
    @ cristiana
    gli astronauti dell’Apollo XIII la videro, ma forse non è poi tutto ‘sto granché! 😀
    @ bour
    questa spiegazione mi pare ottima e almeno non tira in ballo freud, beh più o meno! grazie

  3. Ciao Anecoico,
    grazie per il commento. Sei troppo buono: scrivo solo ciò che penso di fronte agli eventi!
    Bella l’immagine della luna ed anche la nota poetica.
    In questo periodo sono presente meno del solito sui blog a causa delle condizioni di salute di mia suocera che richiedono assistenza, ma, quando posso, ti leggo sempre con piacere, anche se non commento.
    Buon fine settimana.
    Zia Elena

  4. è tutta colpa della luna. quando si avvicina troppo alla Terra fa impazzire tutti (Otello). sarà per questo che hai sognato chavez? 🙂
    bour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.