Contro il logorio della vita moderna

Nato nel 1909, Ernesto Calindri fu uno dei personaggi più famosi e apprezzati di Carosello. Per quasi venti anni entrò ogni sera nelle case degli italiani proponendo con garbo e pacatezza i prodotti che pubblicizzava.
La carriera di Calindri a Carosello inizia nel 1957 con la pubblicità China Martini per la China Martina, una serie di sketch che diedero molta notorietà all’attore. Una decina di anni dopo, Calindri sostituì Ferruccio De Ceresa in un’altra pubblicità “contro il logorio della vita moderna”.

Finita l’esperienza da gentiluomo del Risorgimento, Ernesto Calindri interpreta la fortunata serie di spot “I perché di Ernesto Calindri”, per la Pezziol e il suo Cynar, affiancato tra gli altri da Vittorio Congia e Antonella Della Porta. Negli sketch ideati da Giorgio Lotta per la regia di Renato Sinistri, un’immaginaria famiglia Calindri è alle prese con i piccoli e semplici problemi della vita quotidiana.

Terminata la scenetta, una voce fuori campo raccomanda un buon bicchiere di Cynar per lasciare alle spalle lo stress della vita di tutti i giorni. L’aperitivo diventa così l’ideale elisir per sfuggire all’ormai proverbiale “logorio della vita moderna”. Ogni sketch termina poi con la celebre scena di Calindri comodamente seduto a un tavolino immerso nel traffico di una grande città. Recentemente, partendo da quest’ultima scena, quelli di Elio e le Storie Tese hanno reinterpretato la pubblicità.
L’episodio qui sotto è del 1968, Calindri fa i conti con le impertinenti domande del figlio.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.