Padre Pio Marketing

Sono tempi duri per i santi. Pensate a Padre Pio, per esempio, di cui si parla molto dopo l’uscita dell’ultimo libro di Sergio Luzzatto. Da scartoffie e documenti conservati negli archivi emergono buona parte delle verità, delle fanfaluche e delle scelte politiche che hanno reso il frate di Pietrelcina talvolta un santo agli occhi del mondo, o uno dei più grandi bugiardi del Novecento.

Sicuramente intorno a Padre Pio c’è un marketing piuttosto florido, e si trovano grandi cose a cercarle su eBay.

Pio1 Come avete fatto a vivere fino ad oggi senza un’acquasantiera in casa? Alla modica cifra di 9 Euro eccovi servita una pratica e funzionale acquasantiera di Padre Pio: «Splendida acqua santiera con Padre Pio l’immagine è fusa nella ceramica a 920°e il contorno è dipinto a mano» dice l’annuncio.
Pio2 Per chi fosse già fornito di acqua santiera da casa, c’è in alternativa questo libretto interamente realizzato in ceramica. Prende la polvere benissimo.
Pio4 Un bel vaso sormontato dalla statuina stile presepe di San Pio. Non sono assicurate fioriture miracolose, i vegetali sono già stati torturati a dovere dal venditore che così scrive nel proprio annuncio: «La stabilizzazione è l’arte di preservare la natura. È una tecnica altamente specializzata, si fa bere radicalmente una miscela liquida a base di glicerina (la glicerina è un olio dolciastro) rimpiazzando la loro linfa conferendo bellezza e freschezza per un lungo periodo». 10 Euro.
Pio5 Per i più sbadati, che tendono a dimenticare i santini in giro, c’è poi questo magnifico braccialetto in legno che ritrae San Pio su ogni tessera che lo compone. Appena 9 Euro, il legno è antiallergico e non fa venire le stigmate.
Pio6 Per combattere la mestizia delle vostre abitazioni, ecco la candela di Padre Pio. Dai colori sgargianti, il cero a forma di cono nasconde una gioiosa sorpresa: sciogliendosi rivela al suo interno una statuetta in metallo del Santo da Pietrelcina. 6,50 Euro e «l’ effetto sorpresa lascerà piacevolmente stupiti coloro a cui è rivolta».
Pio7 Poteva mancare la reliquia? Certo che no. Ecco un pezzetto di stoffa intriso del sangue del Santo. Tutto merito di una zia infermiera molto determinata a «conservare un ricordo “forte” del futuro santo». L’asta non è ancora scaduta e, al momento, la reliquia del Santo è quotata a 850 Euro.
Pio8 C’è poi chi vende una chitarra classica in perfette condizioni, ma soprattutto dotata di una esclusiva raffigurazione del Santo. La chitarra costa 149 Euro.
Pio9 Per chi volesse ricordarsi del Santo mentre è intento a preparare la cena, c’è la calamita da frigorifero con Padre Pio. Il magnete costa 3 Euro.
Pio10 Con 18 Euro potrete tenere a bada il tempo con il vostro beniamino sempre nel taschino.
Pio3
Pio11
Ma veniamo ora alla vera rarità. Con 50 Euro l’auto che avete sempre sognato potrà essere vostra, la “Citroen DS – Funerale di Padre Pio”, la riproduzione in scala 1/43 dell’automobile che condusse il Santo da Pietrelcina nel suo ultimo tragitto verso la vita ultraterrena.

 

12 commenti

  1. Personalmente, come dovrebbe essere per tutti, si è credenti non per un santo/persona ma per aver fatto un’esperienza vera del Signore nella propria vita.
    Detto ciò, penso che, come è già successo nella sua vita, Padre Pio s’è scagliato più volte contro questo mercato/infamie contro di sè.. e stranamente più si parla male e più accresce il mercato e la devozione (anche tra non credenti stranamente).
    Luzzato ha come tanti altri speculato sulla figura di Padre Pio (per fare qualche soldino) dicendo nel suo libro storie e fatti stra-vecchi…

  2. Ma quante ce ne sono di “reliquie intrise di sangue”? Penso alcune migliaia,altrimenti il prezzo sarebbe troppo modico.
    Cristiana

  3. Pierbacco

    Opere d’arte raffinate, degne del più alto collezionismo e vive per la fortissima spiritualità che le pervade. Insomma, da non perdere!
    (Me l’ha detto un rappresentante).
    Che vergogna! Pierbacco

  4. Dalle parti mie andava forte fino a poco tempo fa il viaggio 19 e 99 fin nei luoghi natali, e tornavi a casa con omaggi di ogni genere: dai calendari alle tazze.

  5. Bene hai fatto a mettere in calce il brano del vangelo della cacciata dei mercanti dal tempio…
    Prima di arrivare in fondo al post stavo pensando proprio di inserirla io nel commento. Che, come sottolineatura, è decisamente la migliore

  6. @ sandro
    già, come minimo! :\
    @ stefano
    sì, una delle stranezze maggiori sono proprio i non credenti che però poi vanno in giro col santino del Frate, mah…
    @ mani
    l’asta è tutta tua, salvo non sia già finita 😉
    @ dicolamia
    sì, il business da reliquia è inflazionatissimo
    @ pierbacco
    spero tu abbia rappresentato l’uscita al rappresentante ;D
    @ roberto
    sono qui per questo!
    @ fabio
    sì, avevo letto la notizia e mi aveva incuriosito… gli affari sono affari, almeno così dicono
    @ vale
    inizio a pensare che siano appositamente brutti, per un qualche motivo che a noi comuni mortali non può che sfuggire
    @ amaracchia
    la pentola a pressione di Padre Pio magari non è poi così male 😛
    @ uyulala
    grazie, torna a trovarmi! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *