Sciopero della sigaretta

PannellaSalvo ripensamenti, oggi Marco Pannella dovrebbe iniziare uno sciopero della sete contro le liste del PD che, secondo lo scioperante, penalizzerebbero eccessivamente i candidati Radicali: «Il rispetto della parola è un fondamento della stessa legge. Vale la pena dare corpo alla sete di questa esigenza». Insomma, pare proprio che il leader del Partito Radicale immaginasse che la presenza nelle liste fosse un pro forma, qualcosa che avrebbe consentito ai suoi candidati di essere eletti a prescindere dal risultato delle elezioni.
È risaputo: Marco Pannella fuma da una vita. Sicuramente fuma molte più sigarette al giorno rispetto ai bicchieri d’acqua che ingurgita. Inaugurare uno sciopero della sigaretta?

5 commenti

  1. Effettivamente gli scioperi della fame e della sete proclamati da Pannella non sortiscono più alcun effetto.
    Tra l’altro,dopo ogni sciopero della fame l’ho ritrovato più florido di prima.
    Anche lui,come altri veterani della politica,dovrebbe cominciare a pensare che mettersi in pensione è più rilassante che pensare agli scioperi.
    sefirot2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *