3 commenti

  1. Pierbacco

    L’invito di mia moglie ha la determinazione di un ordine: «Oggi andiamo all’Ikea!».
    Partenza da Torino centro per le plaghe desolate della periferia verso Grugliasco.
    Avventurosa ricerca di un posteggio, in un silos dove le automobili sussultano come le palline di un flipper. Immissione in un gregge di persone che lì, all’Ikea, trovano di tutto e sono felici.
    Pensieri confortatori: «Mio fratello ha comprato degli armadi a buon prezzo, sono andati benissimo…già, ma lui è un bravo bricoleur, sa montarli, rinforzarli ecc.».
    Io, che non distinguo un bullone da una brugola (citazione da Max Pezzali), non trovo nulla di adatto.
    Così usciamo: con una lampadina a basso consumo e una confezione di salmone affumicato.
    E l’Ikea ha tenuto tra le palle anche me per un po’, benché non sia un bambino.
    Pierbacco

  2. Per i non amanti o esperti del fai da te, c’è un ottimo servizio per il montaggio dei mobili. comunque la pubblicità è divertente.
    luigi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *