Arturo e Kiwi, ricette cartoon

Arturoekiwi Arturo è un mastino napoletano, un po’ truce, ma cuoco sopraffino. Kiwi è un uccello, di nome e di fatto, creatore di guai e pasticci a ciclo continuo. I due si sopportano a malapena, ma lavorano insieme dispensando consigli e ricette per preparare piatti prelibati.

L’idea di creare un cartone animato dedicato alla cucina tradizionale italiana è venuta in mente ad Andrea Zingoni, già inventore di “Gino il pollo”, che qualcuno di voi forse ricorderà ancora per “Tu vo fà ‘o talebbano”.
Con l’aiuto di Kiwi, Arturo presenta al suo pubblico le ricette tipiche d’Italia, originali e senza alcuna rivisitazione. Ogni episodio dura appena quattro minuti in cui, sono compresse gag, battute demenziali e naturalmente le istruzioni per preparare i piatti, con tanto di indicatore della difficoltà espressa in kiwi.

Il programma andava in onda, fino ad alcune settimane fa, nel programma per ragazzi “Trebisonda” su RaiTre. Molti degli episodi sono disponibili online sul sito di Rai.tv. Vi consiglio gli episodi “Caciucco“, in cui Kiwi si produce in una divertentissima gag sugli scorfani, e “Focaccia di ricotta“.

Topolin-online

Topolino

In occasione delle vacanze estive il sito di Topolino si rinnova per accogliere bambini (ma anche adulti) alle prese con il tempo libero da riempire.
Completamente rinnovato nella grafica, il sito del giornalino a fumetti più letto in Italia offre numerose opportunità di divertimento, ma anche tanti spunti per imparare qualcosa di nuovo. Si possono inviare disegni, scaricare tavole da colorare dei più famosi artisti disneyani, consultare decine di rubriche e giocare con i piccoli videogiochi. Il tutto in un ambiente “blindato” e sicuro per i più piccoli.
Per gli appassionati delle pagine a fumetti, inoltre, sono disponibili alcune della storie più famose della Banda Disney, liberamente scaricabili in formato Pdf.

Mutuo

Mutuo_2
Lei è indietro di tre mesi con il pagamento del mutuo sulla casa.
Sono spiacente, ma dovremo sciogliere il suo contratto… e il suo domicilio.

Il Far West di Carosello

Cocco_bill«Siamo nella seconda metà del secolo scorso e le vicende del nostro si svolgono nel leggendario far west. Arizona? Texas? Colorado? Fate voi, ragazzi. L’essenziale è che sia far west!»

Così scriveva il grande Benito Jacovitti in uno dei suoi primi albi a fumetti. Dalla sua poliedrica fantasia era nato, nel 1958, l’intrepido e sgangheratissimo cow-boy Cocco Bill che, con le sua avventure, rallegrava il giovedì pomeriggio dei bambini del "boom" sulle pagine de Il Giorno dei Ragazzi, supplemento del quotidiano Il Giorno.
A metà degli anni Sessanta il personaggio di Jacovitti diventa il testimonial per una nota marca di gelati, approdando sugli schermi televisivi sull’ormai affermato palcoscenico di Carosello. L’animazione di Cocco Bill viene personalmente curata dai fratelli Pagot, già famosi al grande pubblico per la creazione di Calimero, il piccolo pulcino nero dei detersivi Miralanza.
Gli episodi prodotti per Carosello ricalcano fedelmente il fumetto di Jacovitti, senza tradirne alcuna sfumatura. L’immaginario miticizzato del Far West, tema portante dei fumetti di Cocco Bill, rivive anche sugli schermi televisi, con sketch sapientemente confezionati in cui ritroviamo tutti i personaggi del fumetto, compresi gli strampalati e baffuti malfattori arcinemici del cow-boy.
L’episodio qui proposto è del 1968, il nostro eroe è alle prese con un governatore senza capelli che impone a tutte la popolazione di rasarsi a zero… Buon divertimento!

Angeli diabolici

Ali
Le progettiamo qui in Paradiso…
ma la manodopera è molto più conveniente laggiù all’Inferno.